mercoledì 12 ottobre 2011

Settimana numero 7-8-9

Ho deciso di ridurre la frequenza con cui rendo pubbliche le mie immondizie :) perche stanno diventando sempre meno e ne sono esageratamente fiera!!!

ecco tre settimane di rifiuti plastici: 270 g. in tre settimane... non male!


Allora vediamo un po' come posso evitare la prossima volta che faccio la spesa:

  • Detergenti e saponi liquidi ormai non ne uso più: ecco cosa uso invece:



saponi  e shampos ( shampi? shampi? nota mentale.. cerca il plurale di shampo), nautali, quello grigio e quello con le sfumature marroni sono fatti in casa con olio di oliva e profumi. Fare il sapone in casa non sembra un' impresa impossibile, basta avere olio e soda caustica. per me però e difficile trovare la soda caustica in Malesia, ma se avete voglia di provare ci sono centinaia di video su youtube!.

  • Crema corpo, nella mia sezione cosmetici apparirà presto la mia ricetta... ancora in fase sperimentale.
  • Vari sacchetti di vecchi involucri alimentari che ormai non comprerò più grazie al mio mitico mercato che vende veramente di tutto
  • tre palline omaggio della TIGER BEER nel corso del campionato di calcio... in macchina si sono ridotte praticamente in polvere, ho imparato una cosa in questi mesi, gli omaggi sono carini e fanno sempre piacere, ma non ce ne facciamo niente. Quindi  io rifiuto qualsiasi tipo di gadget,  a meno che non sia qualcosa di veramene utile che non ho e che non ho e che sia fondamentale alla mia sopravvivenza.
  • un vecchio tupperware rotto...
  • confezione della carta igienica, Quando sono stata in Nuova Zelanda ho visto carta igienica con confezione in carta riciclata, per ora è l'unica soluzione possibile, ma non penso di farmi spedire la carta igienica dalla NZ, non saprei qual è l'impatto ambientale minore.
  • coperchi delle spezie ( che in Italia sono in alluminio...in Malesia ovviamente in plastica.
Anche se sono contenta dei miei progressi so che ho ancora molto da fare, ma non mi scoraggio, perché mi sto rendendo conto che è solo una questione di abitudine e che ora le cose paradossalmente diventano sempre più facili.

Nessun commento:

Posta un commento